Ebay.it la famosa piattaforma online, fondata nel 1995 da Pierre Omidyar, ha registrato nel 2013 un + 23% di crescita del settore “Vini e Gastronomia”; questo perché, come riporta l’articolo di La Repubblica.it, gli italiani nel periodo pre-natalizio 2013, hanno scelto il portale per acquistare i loro regali. Per cavalcare l’onda di tale successo e in prossimità delle festività natalizie 2014, il sito di e-commerce più famoso al mondo, ha deciso di lanciare eBay Gusto, una sezione interamente dedicata alle prelibatezze enogastronomiche e, sempre come riporta l’articolo di La Repubblica.it, questa sezione sarà molto ricca: oltre 265 mila prodotti e, viste le premesse, sarà una buona spinta anche per l’export italiano. Tale gradito boom di acquisti, non ci sorprende affatto perché al giorno d’oggi acquistare online è diventato davvero molto semplice e, grazie all’avvento dei nuovi strumenti informatici, anche più comodo dei metodi tradizionali. In ogni caso quello che ci sorprende positivamente è il fatto che tale rivoluzione targata 2.0 altro non è che la conseguenza di una nuova tendenza, chiosata perfettamente da Google, che sta prendendo sempre più piede. Questa parte da un presupposto: che il 90% del nostro consumo si verifica di fronte ad uno schermo, ed è molto succulenta per le aziende, che per essere vincenti, devono attivarsi – seguendo alcune basilari regole – in modo da regalare al cliente una  gradevole, semplice e veloce esperienza. Un esempio? Ogni azienda nella fase di acquisto dovrebbe assicurare al proprio cliente, non solo il collegamento tra lo smartphone, il tablet e il PC ma anche la memorizzazione in essi di tutti i diversi passaggi; in altre parole permettere ad un utente di iniziare un acquisto in un dispositivo e completarlo molto velocemente in un altro. Un’altra cosa molto importante, che le aziende devono tenere sempre ben presente, è che un utente mentre guarda la TV ha con sé sempre un dispositivo mobile; per tal motivo nelle loro pubblicità non devono dimenticarsi di accennare sempre al sito web piuttosto che ai social network o ancora meglio allo store online.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someone