Lo dice chiaro Antonella D’Alessio nel suo articolo scritto per Wired.it. in cui riporta lo studio dell’Oxford University Institute, che evidenzia molto bene i comportamenti, le abitudini e le scelte delle persone che da ogni parte del mondo accedono al Word Wide Web per ricercare qualsiasi tipo di informazione. La D’Alessio riporta anche i dati di Alexa e pubblica l’esplicativa mappa – creata da Mark Graham e Stefano De Sabbata – che illustra le preferenze di ogni stato in fatto di motori di ricerca.

Sul trono troviamo “Google”, nato nel 2007 per mano di Larry Page e Sergey Brin, che conferma la sua popolarità e il suo utilizzo tra gli utenti, soprattutto quelli americani, europei e dell’Asia Meridionale. La medaglia d’argento va a “Re Mark” che con il suo Facebook (il social dallo slogan empatico, che: “aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita”) va molto bene nei paesi di lingua spagnola del centro e sud America e in quelli del Nord Africa. Il terzo posto è di “Baidu”, il principale motore di ricerca in lingua cinese creato da Robin Li.

A “Yahoo!” – creato nel 1994 da David Filo – va la preferenza nipponica e nel versante russo resistono gli inossidabili “Mail.ru” e “Yandex” che si confermano strumenti prediletti da parte degli utenti.

La D’Alessio ci avvisa poi che i “Paesi dove Google è il sito più visitato rappresentano un miliardo di persone, e cioè metà della popolazione di Internet”. Un successo, quello di Google, destinato ad aumentare visto che ogni minuto si registrano in esso 4 milioni di ricerche.

Avete mai pensato di sfruttare il successo del Web per far conoscere la vostra azienda nei mercati internazionali? 

Con il servizio di SEO in lingua straniera “Primi all’estero” noi di Proxys Verona ci rivolgiamo in particolare alle aziende che desiderano visibilità in qualsiasi paese grazie a soluzioni di Web Marketing con il supporto di validi traduttori madrelingua. Un sito con visibilità internazionale permette all’azienda di proporsi con efficacia sul mercato estero e di far conoscere i propri prodotti o servizi incrementando il proprio business.

Per maggiori informazioni, per richiedere un preventivo gratuito scrivete a: info@proxysverona.it

 

Per la citazione di “Wired.it” si fa riferimento a questo articolo: Wired.it

Per la foto della mappa di Mark Graham e Stefano De Sabbata, e i dati relativi alla suddetta ricerca si fa riferimento al sito: Oxford University Institute

 

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someone